NOVITA' FISCALI
Super ammortamento dei beni dal costo unitario non superiore ad euro 516,46 – Ulteriori chiarimenti
Venerdì, 1 Dicembre , 2017
L'Agenzia delle Entrate dedica la risoluzione n. 145/E del 24 novembre 2017 al super ammortamento dei beni dal costo unitario non superiore a 516,46 euro. Nella richiesta di chiarimenti pervenuta all'Amministrazione finanziaria viene chiesto se, nell'ipotesi in cui i beni vengano ammortizzati in bilancio in più esercizi, sia corretto operare la deduzione extracontabile del 40% in un'unica soluzione oppure si debba obbligatoriamente far riferimento ai coefficienti di cui al dm 31 dicembre 1988 e, pertanto, si debba ripartire tale deduzione in funzione della percentuale di ammortamento ivi prevista. Con il super ammortamento l'imprenditore e il lavoratore autonomo hanno la possibilità di maggiorare il costo di acquisizione del 40% ai soli fini delle imposte sui redditi e in riferimento alla determinazione delle quote di ammortamento e dei canoni di leasing. La legge di Bilancio 2017 ha prorogato il super ammortamento agli investimenti effettuati entro il 31 dicembre 2017 o, in presenza di determinate condizioni, entro il 30 giugno 2018. L'Agenzia delle Entrate, con le circolari 23/E/2016 e 4/E/2017 hanno chiarito che per i beni strumentali nuovi il cui costo unitario non sia superiore a 516,46 euro, la maggiorazione del 40% non influisce su tale limite; pertanto, nell'ipotesi in cui il costo del bene, per effetto della maggiorazione, superi l'importo di 516,46 euro, la possibilità di deduzione integrale nell'esercizio non viene meno. A tal riguardo il documento di prassi amministrativa fornisce ulteriori precisazioni in merito all'ipotesi in cui il contribuente decida di ammortizzare i beni in questione in più esercizi. La scelta di dedurre le quote di ammortamento annuali porta a riconoscere la maggiore deduzione solo attraverso l'applicazione, di anno in anno, dei coefficienti previsti dal dm 31 dicembre 1988. La decisione di non dedurre l'intero costo del bene nell'esercizio di sostenimento impedisce di fruire integralmente, nello stesso esercizio, della corrispondente maggiorazione del 40%.
(Vedi risoluzione n. 145 del 2017)

NOVITA'
DOCUMENTO commissione
QUESTIONI URGENTI:
Breve analisi delle principali criticità dei provvedimenti a carattere economico contenuti nel DL. 189/2016 e successivi provvedimenti
allegato
16 LUGLIO 2018
18 LUGLIO 2018
20 LUGLIO 2018
23 LUGLIO 2018
25 LUGLIO 2018
30 LUGLIO 2018
31 LUGLIO 2018
cOrganismo per la composizione della crisi da sovraindebitamento elearning odcec MACERATA-CAMERINO
Residenza fiscale all’estero prima dell’impatrio per i soggetti di cui all’art. 16, comma 2, del Dlgs 147/2015
L’Agenzia delle Entrate dedica la risoluzione n. 51/E del 6 luglio 2018 al regime speciale per i lavoratori ...continua

Ente di Previdenza dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati – ridenominazione e soppressione delle causali contributo per il versamento dei contributi di spettanza dell’Ente
Con la risoluzione n. 52/E del 9 luglio 2018 l’Agenzia delle Entrate ha ridenominato e soppresso gran parte ...continua

Ente Bilaterale UNCI-Confsal – sospensione della causale contributo ‘EBUC’
L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 53/E del 9 luglio 2018, rende noto che a partire dal 18 luglio ...continua

Iva – Chiarimenti sulle modalità di presentazione delle istanze di interpello finalizzate alla esclusione o alla inclusione di soggetti passivi d’imposta in un Gruppo Iva
La partecipazione di più soggetti passivi d’imposta ad un Gruppo Iva richiede la coesistenza tra gli stessi ...continua

Credito di imposta per investimenti in attività di ricerca e sviluppo
Con la risoluzione n. 46/E del 22 giugno 2018 l’Agenzia delle Entrate risponde all’interpello formulato da ...continua