NOVITA' FISCALI
Premi di risultato e welfare aziendale le novit della legge di Bilancio 2018
Venerdì, 6 Aprile , 2018
LAgenzia delle Entrate dedica la circolare n. 5/E del 29 marzo 2018 alla detassazione dei premi di risultato e al nuovo regime fiscale dincentivo al welfare aziendale. I chiarimenti concernono la detassazione, prevista dalla legge di Stabilit 2016, sui premi di risultato collegati ad incrementi di produttivit. La misura stata oggetto di modifica ad opera della legge di Bilancio 2017 e, successivamente, dal dl 50/2017, convertito con modificazioni nella legge n. 96/2017. Anche la legge di Bilancio 2018 si espressa a riguardo. I lavoratori dipendenti del settore privato possono beneficiare dellimposta sostitutiva per i premi di risultato, a condizione che nellanno precedente a quello di percezione del premio abbiano maturato reddito da lavoro dipendente non superiore a 80mila euro. Il nuovo limite (prima era di 50mila euro annui) si applica a partire dai premi di risultato erogati nel 2017, anche se maturati in precedenza. La legge n. 232/2016 ha innalzato, dal 2017, limporto del premio assoggettabile a imposta sostitutiva a 3mila euro o 4mila euro in caso di premio erogato da aziende che adottano il coinvolgimento paritetico dei lavoratori nellorganizzazione del lavoro. Per queste aziende il dl 50/2017 ha previsto, riguardo ai contratti stipulati dopo il 24 aprile 2017, in luogo dellinnalzamento del limite agevolabile (a 4mila euro), la riduzione dellonere contributivo su una parte del premio. Al datore di lavoro concesso di ridurre il proprio carico contributivo di 20 punti percentuali relativamente a una porzione di premio del risultato agevolabile non superiore a 800 euro, e al lavoratore di non versare su tale importo i contributi a proprio carico. Al fine di potenziare laccesso al regime sostitutivo, dal 2017, stata riconosciuta al lavoratore la facolt di convertire il premio anche in benefit aziendali, ossia uso dellauto aziendale, prestiti dal datore di lavoro, alloggi gratuiti e biglietti ferroviari. Tali benefit, erogati a richiesta del dipendente in sostituzione e nei limiti di valore del premio agevolabile, sono assoggettati a tassazione ordinaria. Accanto agli incentivi fiscali, previsti a favore dei lavoratori, la legge prevede uno sgravio contributivo a vantaggio di datori di lavoro e lavoratori. La detassazione e la decontribuzione sono riservate solo al settore privato e unicamente ai lavoratori dipendenti. Abbiamo gi parlato della misura degli incentivi riservati ai titolari di reddito di lavoro dipendente. E bene, tuttavia, precisare che la decontribuzione si applica solo ai premi di risultato erogati in esecuzione di contratti, aziendali o territoriali, stipulati dopo lentrata in vigore del dl 50/2017, cio dopo il 24 aprile 2017. Il doppio incentivo, fiscale e contributivo, si applica anche ai contratti modificati o integrati dopo il 24 aprile 2017 al fine di prevedere il coinvolgimento dei lavoratori. Il primo incentivo, di tipo fiscale, prevede lapplicazione dellimposta sostitutiva al 10%, in luogo dellIrpef ordinaria. Il secondo, di tipo contributivo, riconosce lo sgravio a favore dei datori di lavoro e dei lavoratori fino a un importo massimo di 800 euro di premio erogato. La detassazione si applica ai premi di risultato la cui corresponsione legata a incrementi di produttivit, redditivit, qualit, efficienza ed innovazione; alle somme erogate sotto forma di partecipazione agli utili dellimpresa; allo scambio di premi/utili con benefit aziendali. La decontribuzione si applica solo a premi e utili. Il premio di risultato pu essere differente perch tiene conto delle performance individuali. La condizione per lapplicazione dellimposta sostitutiva il conseguimento da parte dellazienda di un risultato incrementale. Dal 2017 non concorrono a formare il reddito d lavoro dipendente i contributi e/o i premi versati dal datore di lavoro per le polizze vita volte ad assicurare le terapie di lungo corso e le malattie gravi. La legge di Bilancio 2018 ha previsto la non imponibilit del valore degli abbonamenti per il trasporto pubblico locale, regionale e interregionale forniti, anche sotto forma di anticipazione o rimborso parziale o integrale, al lavoratore o ai suoi familiari fiscalmente a carico. Lerogazione del premio di risultato deve avvenire solo dopo la verifica del risultato conseguito dallazienda. Il datore di lavoro che accerti ex post che il premio erogato conforme ai presupposti di legge, pu applicare limposta sostitutiva conguagliando le maggiori trattenute operate, o con la prima retribuzione utile o entro la data di effettuazione delle operazioni di conguaglio. Se, per circostanze oggettive, tale verifica non possa essere eseguita prima delle operazioni di conguaglio, lazienda, per consentire al dipendente di usufruire dellagevolazione in sede di dichiarazione dei redditi, emetter una nuova Certificazione unica, che andr ritrasmessa alle Entrate. In tal caso, per il tardivo invio della nuova Cu non si applicheranno le sanzioni. Inoltre, la circolare precisa che il regime fiscale agevolato pu trovare applicazione anche allacconto di premio di risultato a patto che sia riscontrabile al momento della relativa erogazione un incremento in linea con lobiettivo individuato dal contratto. Se al termine del periodo congruo non si registra nessun incremento, il datore di lavoro che abbia gi versato acconti di premio dovr emettere una nuova Cu e recuperare le minori imposte versate in applicazione dellimposta sostitutiva o indicare al dipendente di provvedervi in sede di dichiarazione.
(Vedi circolare n. 5 del 2018)

NOVITA'
DOCUMENTO commissione
QUESTIONI URGENTI:
Breve analisi delle principali criticità dei provvedimenti a carattere economico contenuti nel DL. 189/2016 e successivi provvedimenti
allegato
25 SETTEMBRE 2018
30 SETTEMBRE 2018
cOrganismo per la composizione della crisi da sovraindebitamento elearning odcec MACERATA-CAMERINO
Regime Iva del servizio di ricerca in materia di investimenti
A decorrere dal 3 gennaio 2018 la Direttiva MIFID II ha introdotto rilevanti modifiche alle condizioni di ...continua

Super e iper ammortamento nuovi chiarimenti per gli investimenti in magazzini autoportanti
Con la risoluzione n. 62/E del 9 agosto 2018 lAgenzia delle Entrate risponde alle istanze di interpello ...continua

Conferimento da parte di un soggetto non residente in Italia di un ramo dazienda appartenente alla sua stabile organizzazione in Italia a favore di un altro soggetto residente
Al conferimento di ramo dazienda applicabile il regime di neutralit fiscale previsto dal combinato ...continua

Aliquota Iva applicabile alle cessioni di tartufo congelato e alle cessioni di tartufo conservato, immerso in acqua salata o in olio
Con la risoluzione n. 59/E del 2 agosto 2018 lAgenzia delle Entrate fornisce chiarimenti in merito ...continua

Questioni fiscali di interesse delle associazioni e delle societ sportive dilettantistiche
Con la circolare n. 18/E del 1agosto 2018 lAgenzia delle Entrate fornisce chiarimenti in merito alle ...continua