NOVITA' FISCALI
Gruppo Iva - Ingresso di nuovi soggetti nel Gruppo
Sabato, 15 Maggio , 2021

LAgenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 30/E del 7 maggio 2021, ha fornito chiarimenti in merito allipotesi di ingresso in itinere di una societ gi esistente alla data di costituzione del Gruppo Iva, rispetto alla quale si sono successivamente instaurati i vincoli finanziario, economico e organizzativo previsti dal legislatore. In particolare le precisazioni concernono:

  1. la decorrenza dellingresso di un nuovo soggetto;
  2. la natura (sistematica o antielusiva) della norma che fissa il requisito del possesso della partecipazione (almeno) dal 1luglio dellanno precedente;
  3. la vigenza dei chiarimenti resi con la circolare 31 ottobre 2018 n. 19/E a proposito dellingresso nel Gruppo Iva di una societ di nuova costituzione, interamente partecipata da un soggetto appartenente al Gruppo che sia dante causa di un conferimento di ramo di azienda e dei chiarimenti contenuti nel Principio di Diritto n. 16 del 14 settembre 2020, a proposito delle operazioni di scissione parziale della societ capogruppo di un Gruppo Iva a favore di una societ neocostituita che coinvolga esclusivamente soggetti gi inclusi nel perimetro del medesimo Gruppo;
  4. la decorrenza del termine ultimo previsto per la presentazione della dichiarazione di inclusione.

La disciplina del Gruppo Iva dettata dagli articoli 70-bis e seguenti del Decreto Iva e dal decreto attuativo del 6 aprile 2018.
Possono costituire un Gruppo Iva i soggetti stabiliti nel territorio dello Stato esercenti attivit dimpresa, arte o professione, per i quali ricorrano congiuntamente i vincoli finanziario, economico e organizzativo. bene ricordare che se tra i soggetti passivi intercorre il vincolo finanziario, si presumono sussistenti tra i medesimi anche i vincoli economico e organizzativo.

Sono due le condizioni necessarie per lammissione ad un Gruppo Iva:

  • la sussistenza tra soggetti passivi dimposta di un rapporto di controllo, diretto o indiretto;
  • la permanenza del suddetto vincolo almeno dal 1luglio dellanno precedente.

La circolare n. 19/E del 31 ottobre 2018 ha precisato che il vincolo finanziario tra i soggetti passivi dimposta, necessario ai fini della partecipazione ad un Gruppo Iva deve sussistere al momento dellesercizio dellopzione per la costituzione del soggetto passivo unico e, comunque, gi dal 1luglio dellanno precedente a quello in cui lopzione ha effetto. La medesima circolare ha precisato che la ratio della condizione temporale assolve alla funzione di impedire, con finalit antielusive, che possano fondersi in un unico soggetto passivo entit legate da vincoli occasionali o temporanei.

Il Gruppo Iva, una volta costituito, pu subire modifiche nella sua composizione soggettiva. Lingresso di nuovi soggetti avviene a decorrere dallanno successivo a quello in cui il nuovo soggetto partecipa al regime de quo.
Ai fini dellampliamento del perimetro soggettivo del Gruppo Iva e della relativa decorrenza, occorre che sia rispettato il duplice requisito oggettivo e temporale.
Alla base della disciplina del Gruppo Iva c la volont del legislatore di evitare il consolidarsi in un unico soggetto dimposta di entit legate solo da rapporti occasionali e temporanei. Ai fini della partecipazione di un nuovo soggetto nel Gruppo Iva gi costituito, va rispettato il requisito temporale. Tale esigenza verrebbe meno qualora si consentisse dallanno solare successivo, la partecipazione al Gruppo Iva di societ il cui controllo di diritto sia stato conseguito soltanto a ridosso del termine di conclusione dellanno solare precedente o comunque nella seconda met di tale anno.

In merito al requisito temporale lAgenzia ritiene che, in assenza di un vincolo finanziario costituitosi almeno dal 1luglio dellanno precedente, non c la possibilit di anticipare il termine di ingresso nel Gruppo Iva, anche laddove le concrete circostanze di fatto siano tali da far presumere la stabilit del rapporto di controllo tra due o pi soggetti e/o lassenza di concreti benefici fiscali derivanti dallaccesso al regime di gruppo.

A proposito dellipotesi di ingresso nel Gruppo Iva di una societ di nuova costituzione, che abbia ricevuto in conferimento un ramo di azienda da parte di un soggetto gi appartenente al Gruppo e sia da questo interamente partecipata, la circolare n. 19/E/2018 chiarisce che il rischio di inclusione, in un unico soggetto passivo, di entit legate da vincoli occasionali o temporanei non si ravvisa nellipotesi di societ costituite dal 1luglio al 15 novembre 2018, se destinatarie del conferimento di un ramo di azienda da parte di una societ gi in possesso dei requisiti per lammissione ad un Gruppo Iva.

Nellipotesi in cui loperazione di riorganizzazione aziendale, ossia il conferimento di ramo dazienda o la scissione, coinvolga esclusivamente societ gi partecipanti al Gruppo Iva, con leffetto che il reale perimetro soggettivo del medesimo Gruppo non si modifica a seguito della stessa, trasferendosi in capo alla societ neo-costituita avente causa i requisiti che gi sussistevano in capo alla societ dante causa, linclusione del Gruppo della societ neo-costituita ha effetto senza soluzione di continuit.

In merito alla decorrenza del termine ultimo previsto per la presentazione della dichiarazione di inclusione larticolo 70-quater, comma 5, del decreto Iva prevede che la dichiarazione per linclusione deve essere presentata entro il novantesimo giorno successivo a quello in cui i vincoli si sono instaurati. Tale termine inizia a decorrere dal 1luglio dellanno solare nel corso del quale si instaura il vincolo finanziario.

Alla luce dei chiarimenti resi lAgenzia delle Entrate ritiene che, in ossequio al principio di tutela dellaffidamento e della buona fede, sancito dalla legge n. 212/2000, sussistano le condizioni per escludere lapplicazione delle sanzioni nelle ipotesi in cui, anteriormente alla data di pubblicazione della presente risoluzione (7 maggio 2021), si siano verificate ipotesi di ingresso nel Gruppo Iva gi costituito di nuovi soggetti. Ingresso non in linea con i chiarimenti forniti, qualora gli stessi abbiano determinato un vantaggio fiscale in capo al Gruppo.


(Vedi risoluzione n. 30 del 2021)

NOVITA'
BILANCIO CONSUNTIVO 2020
Fascicolo Bilancio Consuntivo anno 2020
allegato
21 giugno 2021
25 giugno 2021
30 giugno 2021
cOrganismo per la composizione della crisi da sovraindebitamento elearning odcec MACERATA-CAMERINO
Sospensione dei versamenti delle ritenute - Chiarimenti

LAgenzia delle Entrate dedica la risoluzione n. 40/E del primo giugno 2021 alla sospensione dei termini ...continua

Indicazione del numero dei giorni nella dichiarazione dei redditi 2021 in caso di erogazione di indennit per disoccupazione agricola, Cig e Naspi

LAgenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 41/E del 4 giugno 2021, ha fornito chiarimenti in merito ...continua

Indici sintetici di affidabilit fiscale - periodo dimposta 2020

Con la circolare n. 6/E del 4 giugno 2021 lAgenzia delle Entrate fornisce chiarimenti in ordine ...continua

Istituzione dei codici tributo per lutilizzo in compensazione del tax credit cinema
LAgenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 42/E dell8 giugno 2021, ha istituito i codici tributo per ...continua

Trattamento, ai fini Iva, delle operazioni relative ad attivit di shared payment

Con la risoluzione n. 35/E del 24 maggio 2021 lAgenzia delle Entrate fornisce chiarimenti sulla corretta ...continua