RASSEGNA STAMPA FISCALE
Mercoledì, 18 Maggio , 2022
Famiglie, imprese e Pa: il decreto Aiuti finale arriva a 16,7 miliardi
C.Dominelli, C.Fotina e G.Trovati - Il Sole 24 Ore - pag. 2
Il decreto Aiuti, ieri sera, stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. La versione finale cresce di dimensioni e non solo nei suoi 59 articoli ma, soprattutto, nelle coperture. La spesa, per questanno, arriva a 16,7 miliardi; 12,96 per le misure di aiuto e il resto per lo sblocco dei fondi Mef congelati a marzo e sale a 37,35 miliardi su base pluriennale fino al 2034. Il conto cresciuto prima di tutto per la pressione allallargamento di diverse misure di aiuto, a partire dal bonus di 200 euro che nel corso dei lavori stato esteso ai titolari di reddito di cittadinanza e ai lavoratori stagionali. Pi di 9 miliardi arrivano dagli spazi fiscali messi a disposizione dal Def con la differenza fra il deficit tendenziale al 5,1% del Pil e il programmatico mantenuto al 5,6%; dal contributo straordinario sugli extraprofitti arrivano 6,5 miliardi grazie allaumento dellaliquota al 25%. Ha un costo di 6,3 miliardi di euro il bonus da 200 euro destinato a 31,5 milioni di persone. Lerogazione sar automatica solo per lavoratori dipendenti e pensionati e titolari di reddito di cittadinanza.

Formazione 4.0, aiuto pi alto ma con obbligo di certificazione
C.Fo. - Il Sole 24 Ore - pag. 3
La nuova versione del credito dimposta per la formazione del personale dipendente su tematiche relative alle tecnologie 4.0, inserita nel decreto Aiuti, stabilisce un incremento del beneficio fiscale per le micro e piccole imprese (il credito dimposta passa dal 50 al 70%) e per le medie (dal 40 al 50%) ma contemporaneamente prevede che i risultati dellattivit di formazione siano certificati, secondo modalit che saranno definite da un decreto attuativo che il Mise dovr emanare entro 30 giorni dal 18 maggio 2022, data di entrata in vigore del decreto legge. In particolare, dovranno essere certificati i risultati relativi allacquisizione o al consolidamento delle competenze nelle tecnologie rilevanti per la trasformazione tecnologica e digitale delle imprese. Il bonus rafforzato, al 70% per le piccole e al 50% per le medie, potr essere riconosciuto solo se lazienda si rivolge a formatori ossia a professionisti individuati nel decreto del Mise.

Via ai supplementari per le villette e arriva la rivoluzione delle Soa
Giuseppe Latour - Il Sole 24 Ore - pag. 4
Il decreto Aiuti proroga dal 30 giugno al 30 settembre il termine per raggiungere quota 30% del Sal di villette e case unifamiliari intenzionate ad avvalersi del Superbonus. Solo chi arriva al 30% dei lavori totali previsti pu infatti utilizzare il 110% per gli interventi da completare entro fine anno. La proroga serve a recuperare i mesi di blocco dei lavori di inizio anno. Per qualcuno si tratta di una proroga insufficiente, perch include agosto (mese di ferie). Certamente in autunno si spinger per un nuovo slittamento dei termini. Con il rinvio a settembre arriva anche una nuova modalit di calcolo del Sal: bisogner raggiungere almeno il 30% dellintervento complessivo, nel quale andranno conteggiati anche i lavori non agevolati al 110%. Cambia il meccanismo della quarta cessione dei crediti: arriva la cessione anticipata. Banche e societ appartenenti a gruppi bancari potranno sempre cedere i propri crediti a correntisti che siano qualificati come clienti professionali privati.

Garanzie sui prestiti estese a fine anno Preammortamenti lunghi
L.Ser. - Il Sole 24 Ore - pag. 4
Decreto Aiuti. Prolungamento delle garanzie pubbliche sui prestiti fino al 31 dicembre 2022, ampliamento delle misure per le imprese che hanno subto gli effetti del conflitto in Ucraina e del caro energia. Ma anche un allungamento dei tempi di preammortamento dei prestiti garantiti, fino a 2 anni e mezzo e a 3 anni, per consentire a chi li richiede di beneficiare di un periodo pi lungo durante il quale si pagher una rata molto contenuta, composta solo da interessi. Lintervento sul preammortamento risulter dalleffetto combinato delle norme previste dal decreto Aiuti e dallemendamento al decreto Tagliaprezzi su cui la Camera dar il via libera definitivo. Chi ha richiesto finanziamenti entro 30 mila euro potr ottenere un prolungamento automatico del preammortamento da 24 a 30 mesi. Per gli altri prestiti laccesso al preammortamento pi lungo vincolato a una serie di paletti.

Industria 4.0, tax credit 2023-25 con massimale triplicato
Luca Gaiani - Il Sole 24 Ore - pag. 35
LAgenzia delle Entrate, con la circolare n. 14/E diffusa ieri, ha chiarito che il massimale di spesa per il tax credit sugli investimenti 4.0 del triennio 2023-2025 si calcola su base annuale. Per ciascun anno interessato dal comma 1057-bis della legge di Bilancio 2021 i contribuenti avranno a disposizione 20 milioni di investimenti su cui calcolare lagevolazione, con un totale che sale dunque a 60 milioni. Il documento di prassi amministrativa esamina le novit sui crediti di imposta per le imprese previste dalla legge n. 234/2021. La parte pi significativa quella dedicata agli incentivi Industria 4.0 che lultima manovra economica ha modificato e prorogato. Un chiarimento favorevole e inatteso riguarda i massimali di spesa previsti dalla legge 178/2020, che disciplina la proroga degli incentivi 4.0 disposta dalla legge di Bilancio 2022. La norma attribuisce crediti di imposta per gli investimenti in beni materiali realizzati tra il 2023 e il 2025 pari al 20% (fino a 2,5 milioni di spesa), al 10% (tra 2,5 e 10 milioni) e al 5% (tra 10 e 20 milioni). (Ved. anche Italia Oggi: Dallacqua alle librerie, dalle Entrate arriva la bussola sui crediti dimposta - pag. 39)

Con il metodo reddituale si entra nel merito
Alessandro Germani - Il Sole 24 Ore - pag. 35
Con la sentenza n. 15668, depositata ieri, la Corte di cassazione ha confermato limpostazione dellAgenzia delle Entrate in base alla quale il requisito del controllo sancito in maniera ampia ma ha sconfessato la Ctr circa lapplicazione del Tnmm (transactional net margin method) perch occorre entrare nel merito di numeri e confronti. La questione concerne una verifica di transfer pricing per il 2005 su una societ di distribuzione di gas partecipata al 50% ciascuno da Eni e Gazprom, che poi vendeva ad un terzo (Edison). Si tratta, quindi, di una societ di distribuzione che realizzava un margine operativo dello 0,25% contro l1,39% rideterminato dallUfficio. La Cassazione conferma il giudizio della Ctr circa la presenza del requisito soggettivo del controllo. Il metodo Tnmm mette a confronto lutile netto con alcune grandezze operando su una marginalit netta. A quel punto si potr effettuare un confronto interno o esterno. Gli ermellini hanno accolto il ricorso perch mancata la parte di confronto tipica del Tnmm.

Mini Ires sulle locazioni degli enti religiosi
Ilaria Ioannone e Gabriele Sepio - Il Sole 24 Ore - pag. 35
Con la circolare n. 15/E/2022 lAgenzia delle Entrate fornisce indicazioni sui criteri di applicabilit dellarticolo 6 del Dpr n. 601/1973 che disciplina la mini Ires per enti ospedalieri, fondazioni di origine bancaria ed enti religiosi civilmente riconosciuti. La norma consente a questi enti di beneficiare di unaliquota Ires ridotta al 12%. Tale disposizione, tuttavia, sar abrogata una volta che saranno adottate, con prossimi interventi legislativi, apposite misure di favore per gli enti che realizzano finalit sociali con modalit non commerciali, da coordinare con i regimi fiscali previsti dalla riforma del Terzo settore. La circolare chiarisce che ai fini della fruizione dellagevolazione lappartenenza ad una delle categorie previste dallarticolo 6 non dovr essere dimostrata solo sotto il profilo formale ma anche sostanziale. Larticolo 6 si applicher anche ai redditi derivanti da locazioni di immobili degli enti ecclesiastici.

Comunione de residuo, per il coniuge solo diritto di credito sullimpresa
Angelo Busani - Il Sole 24 Ore - pag. 36
Con la sentenza n. 15889 depositata ieri le Sezioni unite della Cassazione hanno sancito che la comunione de residuo inerente ai beni dellimpresa individuale di uno dei coniugi significa che il coniuge non imprenditore ha un diritto di credito verso laltro coniuge e non significa che sui beni dellimpresa si forma una comunione tra limprenditore e il coniuge non imprenditore. La comunione de residuo la comunione che si forma tra i coniugi nel momento in cui cessa (ad esempio per separazione personale o per morte) il regime di comunione legale. Concerne in particolare i beni destinati allesercizio dellimpresa di uno dei coniugi costituita dopo il matrimonio e gli incrementi dellimpresa costituita anche precedentemente al matrimonio nella misura in cui sussistono nel momento in cui la comunione si scioglie. (Ved. anche Italia Oggi: Comunione sciolta, la met dellazienda alla ex moglie - pag. 39)

Liti fiscali, s alla riforma
Cristina Bartelli - Italia Oggi - pag. 40
Ieri il Consiglio dei ministri ha approvato la legge delega che riforma la giustizia tributaria. Il testo prevede un doppio binario per smaltire i ricorsi in Cassazione. I due meccanismi sui ricorsi pendenti presso i giudici di legittimit sono costituiti dal rinvio pregiudiziale e dal ricorso nellinteresse della legge in materia tributaria. Stop allaumento del contributo unificato inizialmente previsto nel disegno di legge e magistrati tributari ad hoc previo concorso. Larretrato pendente in Cassazione con oltre 46 mila ricorsi nel 2021 rappresenta il 40% degli interi ricorsi.

Il vincolo con iscrizione dellatto
Franco Ricca - Italia Oggi - pag. 40
LAgenzia delle Entrate, con la risposta ad interpello n. 258 del 10 maggio 2022, ha chiarito che ai fini della verifica del requisito temporale per la partecipazione al Gruppo Iva di cui allart. 70-bis, Dpr n. 633/72, la data di instaurazione del c.d. vincolo finanziario coincide con liscrizione dellatto di trasferimento delle quote sociali nel registro delle imprese, e non con quella dellatto stesso o del suo deposito nel registro. LAmministrazione finanziaria ha di fatto confermato quanto sostenuto alcuni giorni fa in merito alladesione alla liquidazione Iva di gruppo nella risposta n. 241 del 29 aprile 2022. Qui il fisco ha dichiarato che per verificare la sussistenza del requisito del controllo societario sino dal 1luglio dellanno precedente, ai fini dellaccesso alla procedura di liquidazione consolidata per le societ controllanti e controllate, occorre fare riferimento alla data in cui latto di compravendita delle quote stato iscritto nel registro delle imprese.

Cessione crediti in ordine sparso
Fabrizio G.Poggiani - Italia Oggi - pag. 41
Cessione dei crediti dimposta ad assetto variabile. possibile, con riferimento ai bonus edilizi, optare per la cessione del credito ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito e gli altri intermediari finanziari, senza facolt di successiva cessione, fatta salva la possibilit di due ulteriori cessioni se effettuate a favore di banche e intermediari finanziari. Nellambito dei crediti maturati dalle imprese energivore possibile eseguire la cessione, solo per intero, a favore di istituti di credito o di altri intermediari finanziari, senza facolt di successiva cessione. Questa, in estrema sintesi, la situazione che si venuta a creare dopo una numerosa proliferazione di disposizioni che hanno, di volta in volta, modificato lart. 121 del decreto Rilancio. I crediti dimposta derivanti da bonus edilizi ceduti alle banche possono essere a loro volta ceduti ai correntisti anche frazionati per singola annualit, senza la necessit di dover cedere a un unico soggetto lintero credito.

Credito riversato, autodenuncia
Duilio Liburdi e Massimiliano Sironi - Italia Oggi - pag. 42
La procedura di riversamento del credito dimposta fondata sul distinguo della violazione commessa in origine: nei casi pi gravi, tendenzialmente quelli di utilizzo dei crediti inesistenti, la dichiarazione rappresenter una sorta di autodenuncia del contribuente. Manca per, nellambito della procedura, la possibilit di integrare o rendere comunque valida la dichiarazione laddove la stessa non sia presentata entro il 30 settembre 2022. Infine, nella parte dedicata alla illustrazione analitica, nel caso di gi avvenuta contestazione delle violazioni, lindicazione potr essere di fatto analoga a quanto contenuto in un PVC gi notificato. Sono alcuni degli aspetti da porre in evidenza alla luce del provvedimento delle Entrate posto in pubblica consultazione che contiene modello ed istruzioni per la presentazione della richiesta di accesso alla procedura di riversamento spontaneo dei crediti dimposta per investimenti in attivit di ricerca e sviluppo.

NOVITA'
BILANCIO CONSUNTIVO ESERCIZIO FINANZIARIO 2021
Fascicolo Bilancio consuntivo esercizio finanziario 2021
allegato
Esito elezioni 21 22 febbraio 2022
**************
allegato
16 maggio 2022
19 maggio 2022
20 maggio 2022
25 maggio 2022
31 maggio 2022
cOrganismo per la composizione della crisi da sovraindebitamento elearning odcec MACERATA-CAMERINO
Chiarimenti in tema di ravvedimento operoso in presenza di violazioni derivanti da condotte fraudolente

PREMESSA

LAgenzia delle Entrate, con la circolare n. 11/E del 12 maggio 2022, ...continua

Meccanismi transfrontalieri soggetti allobbligo di comunicazione - Dlgs n. 100/2020 (recepimento Direttiva DAC 6) - Risposte a quesiti

Tenendo conto dei contributi pervenuti a seguito della pubblica consultazione, lAgenzia delle Entrate, ...continua

Detrazioni fiscali per interventi edilizi - comunicazione delle opzioni di cui allart. 121 Dl Rilancio

Il decreto legge n. 4/2022 convertito nella legge n. 25 del 28 marzo 2022 ha previsto che, per le spese ...continua

Modifiche al regime fiscale dei piani di risparmio a lungo termine (PIR)

PREMESSA

La legge di Bilancio 2022 ha modificato la disciplina dei piani di ...continua

Nuova Classificazione Ateco 2007 aggiornamento 2022

Con la nota informativa dello scorso 29 dicembre lISTAT ha reso noto la pubblicazione della nuova ...continua